outdoor

L’outdoor e quindi gli spazi esterni devono essere progettati e arredati in maniera adeguata per essere vissuti al meglio in qualunque stagione. La scelta delle soluzioni da mettere in atto varia a seconda delle dimensioni delle aree outdoor e delle loro caratteristiche. Innanzitutto occorre considerare le condizioni climatiche e come gli agenti atmosferici e le temperature mutano al trascorrere delle stagioni. In secondo luogo è bene valutare l’uso che si vuole fare degli spazi esterni. Ad esempio, se si desidera realizzare una piscina, è necessario predisporre intorno ad essa una pavimentazione antiscivolo per una maggiore sicurezza. Se invece si vuole organizzare pranzi e cene all’aperto durante la bella stagione, una soluzione consigliata è rappresentata dal barbecue.

Pavimentazioni all’aperto

Per fruire meglio degli spazi outdoor è necessario pavimentarli in maniera da non rischiare di sporcarsi quando piove. In commercio esistono numerose modalità tra cui poter scegliere, che si distinguono per estetica, resistenza e caratteristiche. Tra le pavimentazioni più diffuse e apprezzate si ricordano quelle in gres perché hanno un eccellente rapporto qualità/prezzo. Infatti le piastrelle possiedono un’ottima resistenza meccanica e non lasciano passare l’umidità e l’acqua; inoltre sono antiscivolo e possono presentare anche superfici sfumate e decorate per un notevole effetto ornamentale. Infine in commercio si trovano moduli che riproducono nel colore e nella texture altri materiali (marmo, legno, pietra), così da rendere gli spazi outdoor ancora più belli e accoglienti. Altre idee per quanto riguarda i pavimenti sono:

  • il cemento, ideale per dare vita a pavimentazioni autobloccanti. I moduli si distinguono per la loro facilità di posa e le dimensioni contenute. Inoltre, a differenza delle superfici in gres, possono essere installati direttamente a terra su un letto di sabbia. Anche in questo caso il cemento può essere trattato perché assomigli a un altro materiale;
  • il legno. Si tratta di una soluzione in grado di dare un tocco di calore ed atmosfera all’ambiente, tuttavia è necessario scegliere per essenze capaci di resistere all’azione dell’acqua e dell’umidità. Molto apprezzate sono quelle con un elevato contenuto di tannini, ad esempio il teak. Per dare maggiore stabilità al pavimento in legno per esterni si può optare per soluzioni modulari oppure sopraelevate;
  • il cotto. Viene consigliato per la pavimentazione di balconi, terrazze e aree di giardino a cui si vuole dare un tocco rustico.
pavimento outdoor
Se nelle varie zone dell’outdoor è necessario applicare un rivestimento, questo deve avere particolari caratteristiche: durevolezza, inattaccabilità dalle muffe, resistenza alle intemperie e al calpestamento anche da veicoli oltre che dalle macchine da giardino, essere antiscivolo, antimacchia e antigraffio.

Tende da esterno da mettere in facciata e gazebi

Le tende da sole sono funzionali a proteggere la facciata e l’area sottostante dai raggi diretti del sole durante l’estate. In questo modo si crea un angolo relax piacevole da arredare secondo le proprie esigenze e l’uso a cui si vuole destinarlo. Si può scegliere tra una tenda vera e propria e gli ombrelloni in base allo spazio disponibile e alla possibilità di installare il modello direttamente sulla facciata. Le tende possono essere adottate sia in giardino sia sui terrazzi. Se invece si vuole dare vita a un ambiente separato e di dimensioni maggiori, si consiglia di optare per un gazebo. La struttura portante può essere fissata a terra oppure spostabile. In questo caso la scelta dei materiali varia: si va dal legno al ferro, dall’alluminio all’acciaio inox. Per la copertura si utilizzano stuoie di vimini, teli oppure vere e proprie lastre di policarbonato a seconda dello stile prescelto.

L’impianto di irrigazione

Irrigare periodicamente il giardino è fondamentale per mantenerlo rigoglioso, tuttavia ci sono diversi metodi che si possono impiegare. Il classico sistema utilizzato è a scomparsa, così da avere irrigatori discreti installati a filo della superficie del prato e che si sollevano quando azionati per non compromettere l’estetica dello spazio verde. In alternativa, in commercio ci sono i modelli a battente o fuori terra che necessitano di una manutenzione minima. Per giardini di grandi dimensioni si consigliano invece gli irrigatori statici e quelli dinamici, il cui getto ha un’apiezza tra i 5 e i 30 metri a seconda del modello.

Illuminazione da esterno

L’illuminazione da esterno è sia funzionale sia decorativa. Infatti i sistemi illuminanti devono contribuire a rendere sicuri e fruibili gli ambienti outdoor e i percorsi di accesso. Ecco perché i segnapasso e i lampioni sono soluzioni funzionali e che possono essere declinate in una gamma quasi infinita di modalità per andare incontro a tutte le esigenze. In particolare i led possono essere adattati a qualunque occasione e struttura perché possono seguire anche il profilo delle scale o del marciapiede. Per valorizzare l’ambiente, invece, si può optare per faretti in grado di esaltare il verde e singole piante altamente decorative. Invece i vasi illuminanti svolgono una duplice funzione: sono oggetti di design e al tempo stesso emanano un fascio luminoso.

Piscine interrate e fuori terra, vasche idromassaggio da esterno

Le piscine fuori terra sono strutture portatili con uso stagionale. Da questo punto di vista sono molto più pratiche e meno ingombranti rispetto ai modelli fissi interrati. Infatti è possibile svuotarle e riporle al termine dell’estate. Nel caso delle piscine interrate è necessario prevedere un bordo piscina in piastrelle di gres porcellanato o in un altro materiale antiscivolo. Per una soluzione da spa altamente rilassante una valida alternativa è rappresentata dalle vasche idromassaggio da esterno.

Vasi e vasche per piante rampicanti/separé

Se si arreda il balcone o il terrazzo perché sia un angolo relax è necessario proteggere la propria privacy dagli occhi indiscreti dei vicini, soprattutto se si abita in un palazzo. Una soluzione semplice e in grado di migliorare l’estetica dell’ambiente consiste nel posizionare agli angoli vasi e fioriere per piante rampicanti dotati di graticci e separé. In questo modo le piante potranno crescere lungo la griglia e dare vita a un vero schermo verde elegante e di grande effetto. Si consiglia di scegliere una pianta rampicante con i fiori al posto della tradizionale edera. Così le piante diventeranno le vere protagoniste dello spazio outdoor e saranno spettacolari al momento della fioritura.

Cucine da esterno, cosa prevedere in termini di impianti per poterla realizzare

Realizzare una cucina da esterno non è un’impresa difficile come potrebbe sembrare. La procedura varia in base alle esigenze che si hanno e del tipo di cucina che si vuole installare perché aumentano gli impianti da allacciare. Le modalità più semplici ed economiche prevedono un piccolo piano di lavoro con lavello e una piastra o un grill con bombola esterna. Si tratta di un accorgimento utile per evitare di dover effettuare l’allaccio del gas, oltre a quello della luce elettrica e dell’acqua. Per composizioni più elaborate e preparare piatti più complessi anche per più persone si può optare per funzionali sistemi modulari componibili oppure per una vera cucina in muratura.

Barbecue e forni da esterno

Se non si vuole realizzare una vera cucina da esterno (oppure in aggiunta ad essa), si può sistemare nel giardino o sul terrazzo un barbecue. Si tratta di una valida alternativa per trascorrere in allegria e convivialità del tempo all’aria aperta con la famiglia e con gli amici. I modelli fissi sono in muratura e spesso includono anche il forno: sono pensati per essere installati in giardino da manodopera esperta e per un uso frequente. I barbecue portatili sono invece in metallo e si caratterizzano per essere più pratici e comodi, perchè si ripongono quando non servono. Per quanto riguarda l’alimentazione si può scegliere tra il gas, la carbonella e la legna. Inoltre in commercio si trovano barbecue piccoli e compatti elettrici che non emettono fumi.

Caratteristiche e i materiali utilizzati per gli arredi da esterno

I materiali usati per gli arredi outdoor devono avere un’elevata resistenza contro gi agenti atmosferici, l’acqua, l’usura e l’umidità. Tra le soluzioni più diffuse ci sono il rattan, i vimini, il legno, l’alluminio e il ferro. Gli arredi in metallo e lignei devono essere trattati per non subire attacchi da muffe, insetti e corrosione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here